Leggi l'informativa del Regolamento Europeo GDPR

Il sito  utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione. Cliccando su ACCETTO puoi continuare. Grazie

Undicesima Illuminazione

L'undicesima consta di quattro "estensioni", che si basano sull'idea dei "campi di preghiera" che ciascuno di noi proietta mentalmente intorno a sé e che possono sia aumentare sia (se si proiettano "preghiere negative") diminuire il nostro livello di energia.
La prima estensione insegna a mantenere costante - e costantemente positivo - il proprio livello di energia, così come il proprio campo di preghiera. La meditazione e gli esercizi di respirazione aiutano, ma c'è anche un prezzo da pagare: l'energia dipende in parte dal cibo che si ingerisce e bisogna rinunciare alla carne e ai cibi pesanti, troppo cotti o troppo zuccherini, passando a una dieta a base di verdure e di frutti che non siano ricchi di zucchero come limoni e pompelmi. Le nostre vibrazioni diventano così più pure e il nostro campo di preghiera più esteso: ce ne accorgiamo dalla nostra percezione di tutti tipi di bellezza, che non è più l'intuizione di un momento ma una percezione costante e continua.
Una volta che la nostra energia è così migliorata, la seconda estensione insegna a rimanere sempre all'erta, in attesa della prossima coincidenza, avvenimento apparentemente fortuito o "sincronicità" attraverso cui forze superiori guidano la nostra vita. Si tratta, in realtà dell'essenza delle precedenti illuminazioni e de La profezia di Celestino, ma qui si aggiunge che questa attesa fiduciosa rafforza ulteriormente la nostra energia perché la mette in sintonia consapevole con il processo di crescita dell'universo stesso.
La terza estensione si rivolge agli altri: una volta esteso il nostro campo di preghiera, possiamo imparare a dirigerlo consapevolmente verso gli altri, non per cercare di manipolarli (otterremmo l'effetto contrario) ma per innalzare il loro livello di energia (e indurli così a darci informazioni utili che renderanno ancora più fruttuoso il gioco delle sincronicità).
La quarta estensione è la più difficile da imparare. In una prima versione, insegna semplicemente che i pensieri negativi inducono eventi negativi e che si devono quindi apprendere tecniche per mantenere costante il flusso di pensieri positivi qualunque cosa accada, mettendo al bando l'aggressività e la rabbia. In realtà, tuttavia, l'estensione comprende anche insegnamenti sull'unità delle religioni e sulla possibilità di essere aiutati da esseri di luce come dakini o angeli.