Leggi l'informativa del Regolamento Europeo GDPR

Il sito  utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione. Cliccando su ACCETTO puoi continuare. Grazie

  • '
    '

L’inverno a tavola

L’inverno, secondo la Medicina Tradizionale Cinese, corrisponde all’elemento Acqua, alla quale sono associati reni e vescica e il sapore salato.


A questa energia si addicono soprattutto i legumi secchi, che offrono un buon apporto di Sali minerali di qualità.

In particolare i fagioli azuki sono estremamente benefici per i reni e potete mangiarli più volte alla settimana, ma non devono mancare le verdure di stagione come radici, tuberi e tutti i vegetali appartenenti alla famiglia delle crucifere, cavoli di vario tipo, cavolfiori, cavolini ecc., le alghe e i cereali integrali in chicco.

Il cibo può essere leggermente più salato, anche se l’ideale è rivolgersi a prodotti derivati dalla fermentazione della soia come le salse shoyu e tamari e il miso, una giusta combinazione di sale e legumi.

Anche il consumo di grassi può lievemente aumentare pur optando sempre per grassi di buona qualità e di origine preferibilmente vegetale.
Il consumo di proteine animali è invece importante soprattutto se si trascorre molto tempo all’aperto, in quanto esse aumentano la resistenza al freddo.

In inverno devono anche aumentare i tempi di cottura degli alimenti, con preferenza per cibi cotti a fuoco basso, bolliti, stufati o in umido. Anche la frutta, sempre di stagione, è da consumare preferibilmente cotta, per riequilibrare l’eccesso di acqua e acidità, o essiccata come nel caso di albicocche, mele, uvetta prugne e datteri.
I formaggi sono da consumare in modiche quantità, scegliendo tra quelli più riscaldanti come parmigiano reggiano o pecorini semistagionati.

É inoltre buona abitudine far uso di spezie riscaldanti come zenzero, cannella, cardamomo, cumino, coriandolo da aggiungere ai piatti in piccole quantità.
Tra le bevande, oltre all’acqua rigorosamente a temperatura ambiente, spremute di agrumi e melograni, tisane calde, poco vino rosso ai pasti soprattutto se si consumano proteine animali: da evitare le bevande ghiacciate.

Ma ciò che non deve mai mancare restano però i brodi, le zuppe e le vellutate di verdura, un modo per far scorta di minerali facilmente assimilabili: i brodi e le zuppe sostengono i reni e danno calore a tutto l’organismo. Consumati all’inizio di ogni pasto saziano, drenano e aiutano l’intestino a funzionare con regolarità.