Il sito  utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione. Cliccando su ACCETTO puoi continuare. Grazie

Consigli pratici per curare la cistite

Quando arriva la cistite si consiglia di bere molto, da 2 a 2,5 litri di acqua al giorno, perché bere acqua consente di “diluire” ed eliminare i batteri che causano il problema. Inoltre, la giusta idratazione quotidiana permette di prevenire la stipsi, mantenendo le feci morbide e facilmente eliminabili.

Se siete intolleranti al lattosio fate attenzione, perché può essere un fattore scatenante della cistite. Nei menù anticistite non deve mai mancare la cipolla (ma anche porri, cipollotti e scalogno), nota per il suo potere antinfiammatorio e diuretico; se la cipolla non è gradita o tollerata, sostituirla con il sedano. In caso di cistite evitate le fritture, le cotture eccessive in casseruola o al forno, cottura alla brace, il consumo di carne, uova e pesce crudo. Preferite la cottura a vapore e in padella su fiamma media o bassa. L’intestino, potenziale serbatoio dei batteri patogeni per le vie urinarie, deve essere regolare e libero e quindi sarà utile consumare alimenti anti stitichezza come sedano, pere bio con la buccia, prugne, carciofi, finocchi, kiwi, riso e altri cereali integrali, legumi, pane e pasta integrali.

COSA EVITARE: evitare accuratamente tutti i dolci, ad eccezione di quelli a base di yogurt e dolcificati con la stevia; caramelle e chewingum con zucchero; bibite e bevande zuccherate; cereali e derivati privati delle fibre; lievito e tutti i cibi lievitati (pane, focacce e pizza); carni rosse, salumi e insaccati, alimenti pronti che contengono grassi idrogenati o trans e additivi; spezie come pepe e peperoncino; alcolici, anche la birra, il tè nero e il caffè.

SUPER CIBI CHE VINCONO LE INFIAMMAZIONI E RIPORTANO IL BENESSERE:
1) L’ananas, che svolge un’azione decongestionante sul sistema circolatorio e linfatico ed è un ottimo antinfiammatorio in presenza di cistite. Consumane 200 gr. al dì, come spuntino.
2) La cannella, è una spezia che aiuta a combattere le infezioni batteriche e a ridurre i processi infiammatori, oltre che ad abbassare i livelli di zucchero presenti nel sangue. Usane 3-4 pizzichi al dì su cereali, verdure e frutta(sull’ananas è molto buona)
3) L’orzo, ha proprietà antinfiammatorie per l’apparato digerente, quello respiratorio e le vie urinarie, contrasta colite e stipsi.
4) Lo zenzero, una spezia ricca di gingerolo, che stimola le funzioni del sistema immunitario e previene i gonfiori addominali.

I semi alleati dell’organismo per combattere la cistite e per eliminare gonfiori addominale sono quelli di finocchio, cumino e coriandolo. Se tollerato, lo yogurt magro naturale è un ottimo alimento per contrastare la cistite, anche in presenza di cistite da candidosi.
Il succo di mirtillo rosso, da acquistare puro al 100% fornisce sostanze, vitamine C, A, B1,B2, calcio, ferro, rame, magnesio utilissimi in caso di cistite: prendine 25-50 ml diluiti in acqua per 2 volte al dì: aiuta a bloccare lo sviluppo dei germi che causano la cistite.
La Tintura madre di uva ursina è un antisettico urinario assai attivo, che calma lo stimolo continuo della minzione e il dolore: prendine 40 gocce, 3 volte al dì, con un po’ d’acqua. Inoltre è utile integrare con probiotici che rigenerano la flora batterica, che contengano soprattutto questi fermenti: Saccharomyces boulardii, Lactobacillus plantarum, Bifidobacterium longum, Lactobacillus acidophilus DDS-1 e Lactobacillus.
Una tisana adatta per contrastare la cistite può contenere un miscuglio di equiseto, pilosella e bardana, tutte depurative e diuretiche: metti 20 gr. di ogni erba in un sacchettino, mescola e versa 1 cucchiaio raso di questo mix di erbe in una tazza di acqua bollente; copri e lascia in infusione per 10 minuti, filtra e bevi, anche 3 tazze al dì. Vanno bene anche infusi di carcadè, malva e melissa.
Gli oligoelementi sono assai utili per aumentare le difese organiche, consentendo all’organismo di reagire meglio all’aggressione batterica e di evitare le cronicizzazioni. Si possono utilizzare da soli o associati alle terapie tradizionali, nei casi più impegnativi. Nelle cistiti acute si consiglia il Rame: 1 dose, 2-3 volte al dì per 4 giorni e poi 1dose, 1 volta al dì per 3 giorni; si prosegue con 1 dose, 3 volte a settimana, per 1 mese. Per le cistiti recidivanti è utile individuare la propria diatesi di appartenenza e assumere il rimedio catalitico più appropriato e, guarita l’eventuale fase acuta, si prosegue con cicli di 2 o 3 mesi del rimedio adatto per la propria diatesi di appartenenza, con 1 dose 2 volte a settimana. A questi rimedi si possono associare il Vaccinium vitis idaea MG1 DH, 25 gocce, 3 volte al dì, per le cistiti acute o la Pilosella hieracium, Tintura madre, 50 gocce al dì per le cistiti recidivanti.
Per quanto riguarda l’Aromaterapia, esistono molti olii essenziali particolarmente utili per la cistite: puoi utilizzare vari oli insieme per massaggiare quotidianamente la parte inferiore dell’addome, i fianchi e la zona lombare della schiena: ecco alcuni esempi.
Olio essenziale di basilico: 10 gocce Olio essenziale di lavanda: 10 gocce olio essenziale di pino: 10 gocce Diluisci questo mix di oli in 30 ml di olio vegetale a tua scelta e usalo per massaggiarti fino a che non ottieni sollievo, per alcune donne bastano 2 giorni per altre molti di più(tieni presente di non usare mai il basilico da solo, soprattutto nei semicupi, cioè bagni che coinvolgono il bacino e la regione perineale, utili in presenza di disturbi localizzati come appunto la cistite).
Oltre al massaggio in questo disturbo è indicato il semicupio: puoi effettuarlo diluendo in olio vegetale o miele alcune gocce di olio essenziale e mettere questo mix nell’acqua del semicupio,(puoi usare la vasca o anche il bidet o un catino in cui sederti ). Ecco alcuni esempi di mix di oli adatti per la cistite:
cannella,2 gocce; eucalipto,5 gocce; niaouli, 5 gocce
issopo,5 gocce; rosmarino, 5 gocce; santoreggia, 5 gocce

CHE COSA MANGIO?
Per chi soffre di cistite risultano particolarmente indicati tutti quei cibi che spostano il pH delle urine verso valori acidi, come i cereali integrali, le carni bianche, i formaggi freschi e magri, le uova, ma anche il miele di eucalipto, le cipolle e l’aglio dall’efficace azione antibatterica e immunostimolante. Non devono poi mancare gli alimenti che contrastano la stitichezza, come frutta, verdura e yogurt e abbondanti quantità d’acqua che ripulisce le vie urinarie. E’ meglio evitare una dieta ricca di zuccheri semplici, dolci, fritti e grassi, che può agevolare l’insorgenza di infezioni urinarie, perché favorisce lo sviluppo di microorganismi patogeni che si nutrono soprattutto di zuccheri e interferisce con la peristalsi intestinale. In alcuni casi, spezie, sale e caffè possono irritare le mucose.

CURA LE VIE URINARIE FIN DAL MATTINO:
A colazione bevi mezzo bicchiere di succo di mirtillo rosso diluito con altrettanta acqua. Completa con 200 gr. di yogurt naturale miscelato in una tazza con 30 gr. di fiocchi d’avena, 2 albicocche a dadini, 4 mandorle tritate e 1 presa di curcuma.


Frutti di bosco, agrumi e mele rigenerano le mucose delle vie urinarie: grazie al loro contenuto di vitamina C e di vitamina A (antiossidanti), questi frutti rafforzano le difese immunitarie e migliorano la struttura delle mucose della vescica e delle vie urinarie.(gli agrumi sono però sconsigliati in caso di cistite interstiziale, una malattia cronica molto debilitante).

L’IDRATAZIONE E’ LA PRIMA CURA EFFICACE CONTRO LA CISTITE.
Una buona idratazione consente di ridurre l’azione irritativa causata da eventuali urine troppo concentrate. Inoltre assicura una continua eliminazione dei batteri presenti nelle vie urinarie; consente anche un corretto funzionamento del colon, in quanto alcune cistiti sono dovute a una proliferazione dei batteri fecali: è dunque utile un regolare apporto di fibre che garantisca la corretta pulizia intestinale.
Ecco tre frullati da bere nelle varie fasi del disturbo:
1) Ai primi disturbi: frulla 1 mela verde con la buccia e una rapa a tocchetti, un cucchiaio di miele di eucalipto, un bicchiere abbondante di acqua, fino ad ottenere un composto omogeneo: bevi a piccoli sorsi.
2) Frullato da bere a metà mattina: frulla una pera abate a tocchetti, 100 gr. mirtilli rossi (oppure 300 ml. di succo, in erboristeria), 1 cucchiaio di miele di eucalipto, un bicchiere abbondante di acqua, fino ad ottenere un composto omogeneo. Bevi a piccoli sorsi.
3) Frullato da bere a metà pomeriggio: metti nel frullatore 100 gr. di ananas a tocchetti, 1 ciuffo di prezzemolo, un cucchiaio di miele di eucalipto, un bicchiere abbondante d’acqua e frulla fino ad ottenere un composto omogeneo. Bevi a piccoli sorsi.

E ORA…. IN CUCINA!!!
Ecco qualche ricetta per prevenire e aiutare in caso di cistite.(dosi x 2 persone)
Con le bacche di mirtillo rosso (che trovi in erboristeria, ma anche nei negozi bio e in alcuni supermercati) puoi preparare un primo piatto da gustare a pranzo o a cena in presenza di cistite, ma non solo, visto che è anche una preparazione molto buona!

Orzo con bacche di mirtillo rosso: 120 gr. di orzo (integrale in presenza di stipsi, altrimenti anche quello perlato); 2 cucchiai di bacche secche di mirtillo rosso; 2 carote a filetti, 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva, sale marino integrale. Metti in ammollo le bacche di mirtillo rosso in un bicchiere d’acqua tiepida per 2-3 ore, dopodiché fai scaldare l’olio in una casseruola e unisci le carote a filetti; lasciale appassire bene e versa l’orzo. Fai insaporire mescolando, regola di sale, quindi unisci le bacche con il loro liquido di ammollo e porta a cottura unendo poca acqua calda per volta, a mò di risotto. Servilo ben caldo in tavola e, se la gradisci, spolverizza con della cannella in polvere. Puoi abbinarlo con del pesce, carne bianca, tofu o legumi e verdure a piacere. Fornisce sostanze diuretiche, antistipsi e antiinfiammatorie.
Come secondo, a pranzo o a cena, ti consiglio questi delicati involtini di pesce: il pesce magro impedisce la proliferazione di numerosi batteri causa di cistite perché in grado di acidificare le urine, un’azione propria anche degli alimenti ricchi di vitamina C, come l’arancia; questo piatto contiene inoltre cipolla e sedano, utilissimi in caso di cistite come antinfiammatori e diuretici; puoi abbinarli a riso o pane integrale, verdure cotte o crude di stagione:

Involtini di pesce antirritazione. 4 filetti di pesce(scorfano, sogliola o nasello), 2 carotine, 2 zucchine piccole, 2 gambi di sedano, 1 arancia non trattata, 1 cipollina, 4 cucchiai d’olio d’oliva, sale e pepe.Taglia le verdure a strisce e trita la cipollina, Falle appassire in un cucchiaio di olio e cuocere x 15 minuti regolando di sale e pepe. Quando le verdure si saranno raffreddate, prendi i filetti di pesce e farciscili con gli ortaggi. Arrotola gli involtini, fermali con uno stecchino e falli cuocere su tutti i lati in una padella con l’olio rimasto. Servili accompagnandolo con spicchi d’arancia privati della pellicina che li ricopre e altre verdure cotte in padella. A piacere cospargi con origano e prezzemolo tritati e filetti di buccia , verdura.
Ti propongo adesso una ricetta che ottiene sempre molto successo nei miei corsi di “cucino terapia”, ma anche nelle mie cene casalinghe:

L’insalata di ananas. 1ananas fresco, 1 cetriolo, 4 pomodorini pachino, qualche foglia di insalata riccia, 1 cucchiaio di semi di zucca, 1 cucchiaio di succo di lime, 1 cucchiaio d’olio d’oliva, sale e coriandolo. Taglia l’ananas a metà nel senso della lunghezza (compreso il ciuffo) e svuotalo dalla polpa che taglierai a tocchetti. Affetta il cetriolo e taglia a spicchi i pomodorini; raccogli il tutto in una terrina e condisci con olio, succo di lime, sale e coriandolo macinato al momento. Mescola e versa il composto nell’ananas svuotato, sul fondo del quale avrai disposto le foglie di insalata riccia; spolverizza con i semi di zucca e servi, volendo aggiungi zenzero fresco grattugiato. E’ preferibile abbinare quest’insalata ad alimenti proteici. E’ ottimo in caso di cistite per le sue proprietà antinfiammatorie e diuretiche.

Daniela Temponi