Il sito  utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione. Cliccando su ACCETTO puoi continuare. Grazie

Riflessioni sui termini egodistonico e egosintonico

I termini egosintonico ed egodistonico sono due aggettivi che non indicano una categoria di disturbo psichiatrico o psicologico bensì una qualità che qualsiasi disturbo può assumere (o l'una, o l'altra).

Il termine egosintonico indica qualcosa che è in sintonia con i bisogni dell’Io mentre il termine egodistonico rimanda esattamente al contrario, ovvero a qualcosa che nell'io che non è in armonia. Se un disturbo psicologico è egosintonico molto tendenzialmente non provocherà sofferenza al soggetto perché è come se quel disturbo fosse diventato una parte della sua identità. 

In psichiatria i disturbi di personalità sono difficilmente diagnosticabili proprio perchè non vengono considerati problematici da parte dell'individuo bensì sono gli altri significativi che segnalano un disagio nella relazione con il soggetto. E' come se quest'ultimo indossasse un paio di occhiali che gli fanno vedere una realtà nella quale il suo rigido modo di comportarsi è corretto e sono gli altri ad essere "diversi e poco comprensibili". E se io penso di essere nel giusto, chi me lo fa fare di cambiare? E' come se quel mondo, per quella persona, fosse "il migliore dei mondi possibili", per dirlo alla Leibniz.
Ovviamente lo sviluppo di un disturbo di questo tipo è legato a particolari condizioni di vita che inizialmente rendono necessario quel modello di comportamento. Il problema sorge quando tale modello si irrigidisce e permane anche quando non è più utile, complicando la vita alle persone che si relazionano con chi è portatore del disturbo.

Un disturbo o un tratto sono egodistonici, invece, quando causano un disagio al soggetto. E' il caso per esempio di un disturbo alimentare che viene mal tollerato da chi ne è affetto. Il soggetto sente di non essere a posto, di avere qualcosa che non gli appartiene, di avere un "difetto" che lo mette in difficoltà invece che aiutarlo a realizzarsi.
Un disturbo psicologico egodistonico è più facilmente diagnosticabile perchè è il soggetto ad essere motivato a cambiare qualcosa (quindi più facilmente chiederà aiuto). Questo non coincide automaticamente con una prognosi positiva, tuttavia indica sicuramente la disponibilità da parte dell'individuo ad una riflessione su di sè e sul modo in cui sta conducendo la propria vita.

Dott. Elena Cimarosti